Usare le chat al posto del telefono


I servizi internet sono ancora gratuiti?

Da che è nato internet è stato sinonimo di “gratuito”. In effetti tanti anni fa era veramente così: chi ha avuto l’onore di accedere in internet fin da dieci anni fa, lo ha potuto constatare di persona. Qualcosa però sta cambiando negli ultimi anni e sono sempre più i servizi a pagamento a farsi spazio sui nostri monitor. È cambiato anche il visitatore medio: agli inizi gli esploratori della rete erano molto più intraprendenti, oggi viviamo in Italia un primo boom di internet. Sono tantissime le persone che non sanno muoversi in internet, forse perché hanno acquistato un computer da poco tempo, oppure perché a loro non è mai interessato.
Eppure internet offre servizi di tutto rispetto, spesso competitivi con il resto dei prodotti, ma soprattutto è veloce.
Certamente le nuove tecnologie, come l’ADSL e la fibra ottica, hanno semplificato il processo di diffusione di internet, ma lo hanno anche migliorato. Un tempo, con le connessioni dial-up da 54 kilobit per secondo (kbps o kb/s), era estremamente difficile tenere in piedi una videoconferenza. Oggi, con connessioni che mediamente arrivano con l’ADSL a 4 o 8 Megabit per secondo (Mbps o Mb/s), una videoconferenza non solo è realtà, ma è possibile collegare il proprio PC in videoconferenza con decine di PC contemporaneamente.
Eppure questo strumento sta vivendo una distorsione, tanto che è comunemente accettato che il servizio possa essere a pagamento, anche quando lo stesso risultato lo si può ottenere senza alcun costo. E' vero anche che l'afflusso di pubblicità che affianca i servizi gratuiti sta pericolosamente aumentando, ciò crea fastidi e genera in molti la voglia di accedere a servizi a pagamento privi di pubblicità.

Quanto costa il VoIP? Posso averlo gratuitamente?

Quando si parla di VoIP, si presume che questi debba essere necessariamente a pagamento: sbagliato. Molti gestori, primo tra tutti Tiscali, offrono ai loro abbonati ADSL un servizio completamente gratuito, che può essere sfruttato sull’intero territorio nazionale verso la telefonia fissa. Vale a dire che se abitate a Milano e volete ogni giorno chiamare Palermo per svariate ore, con una telefonata che parte dal vostro PC e arriva al telefono fisso di un vostro parente o amico, non spendete nulla.
Sono recentemente nate nuove organizzazioni che hanno fondato sul VoIP la loro fortuna, prima tra queste è certamente Skype. Quest’ultima ha portato qualcosa di veramente nuovo sul panorama di internet e delle sue tecnologia? In realtà Skype offre sostanzialmente due servizi che già da tempo sono disponibili sulla rete: la chat e il VoIP. La novità è stata l’implementazione dei due servizi in un’unica piattaforma. Non a caso i grandi fornitori di servizi chat sono corsi ai ripari implementando il VoIP nelle loro piattaforme. Oggi, infatti, è disponibile il VoIP anche sui due più diffusi software di chat: MSN Messenger e Yhaoo Messenger . Non ci sono trucchi, ma state attenti ai diversi costi con asterisco...
Che differenza c’è tra i diversi servizi? Sostanzialmente nessuna, sul terreno delle chat tutta la partita è giocata sulla simpatia, sull’appartenenza a gruppi, sul “lo uso già da anni”… Per questo è strano che Skype possa aver avuto in Italia una diffusione così massiccia, arrivando molti anni dopo i blasonati MSN e Yahoo. Moltissimi servizi di VoIP SONO A PAGAMENTO, sebbene a costi molto bassi, considerato che viaggiano su linee internet a banda larga.
Probabilmente la carta vincente di Skype è stata la campagna pubblicitaria, lanciata da ormai più di un anno, sugli scaffali dei negozi di computer. Anche io tempo fa mi sono avvantaggiato di un credito su Skype per l’acquisto di un microfono + cuffie.

In definitiva, quando ha senso usare il VoIP?

Per parlare con un proprio amico, oppure per lavoro, da due capi del mondo non è strettamente necessaria la tecnologia VoIP. Questa infatti è già implicitamente usata dalle comuni chat, nelle quali si può accedere con webcam e microfono, senza necessità di pagare nulla. Una videoconferenza COMPLETAMENTE GRATUITA è possibile già da moltissimi anni. La novità vera del VoIP sta nel fatto di poter contattare un numero di telefono fisso, oppure mobile (un cellulare). Solo in questo ultimo caso ha senso spendere soldi per la chiamata. Qualcuno obietterà che anche la connessione internet ha un suo costo. È vero, ha un costo spesso identico alla chiamata VoIP, pertanto non avrebbe senso complicarsi la vita con il VoIP quando è possibile usare una comune chat. Aggiungo, però, che ormai sono molto diffusi gli abbonamenti mensili ADSL di tipo flat, cioè a quota fissa mensile: in questo caso, a maggior ragione, la connessione internet non produce costi aggiuntivi, anzi ci permette di sfruttare al massimo le nuove tecnologie e recenti condizioni contrattuali dei gestori di connessioni internet.

Sfatiamo il mito della chat maligna:

Mi è capitato spesso di sentire e leggere pareri negativi sulle chat in generale. E' sufficiente riflettere un attimo per comprendere che uno strumento, utilizzato da milioni di persone al mondo contemporaneamente, non può essere così maligno come lo si vuole etichettare. La chat è un mezzo e come tale può accadere che sia usato in modo sbagliato o che possa provocare effetti collaterali. Penso in particolare quanto studi recenti di sociologia hanno messo nero su bianco: la dipendenza di alcuni adolescenti a questo strumento. Se da un lato questo può essere vero in piccola percentuale, occorre tenere ben presente le potenzialità di questi mezzi sia rispetto agli scambi culturali sia rispetto alla socializzazione. E' impensabile oggi, in piena "era della comunicazione", stendere il velo del senso comune sulle chat. Negli adolescenti soprattutto, che nascono e crescono circondati da queste tecnologie, rimane comunque marcata la differenza tra quanto è on-line e quanto è invece off-line, permettendo loro di sfruttare questo strumento come gioco di "società digitale", ma anche come utile strumento di comunicazione e diffusione di cultura.

02-01-2007 Il webmaster

Disclaimer

Visibilmente non è in alcun modo collegato ai marchi menzionati in questa pagina. Visibilmente declina ogni responsabilitÓ per l'uso delle informazioni riportate in questa pagina. Questa semplice guida scritta dal webmaster Paolo Orlandini è da intendersi indicativa. Il webmaster ti invita a documentarti correttamente attraverso i manuali utente dei rispettivi costruttori.

Menù Guide PC:



Segnalato da:

» Vedi tutti siti «
I siti dove Visibilmente Ŕ segnalato:





| Info | Copy | Contatti | F.A.Q. | Statistiche | Motore di ricerca interno | Mappa | TOP100 | Directory |
dal 2004 Visibilmente.com powered by Paolo Orlandini - Tutti i diritti sono riservati - è vietata la riproduzione totale e parziale.