Pace Marcia

di Paolo Orlandini

Non è la memoria di voi gemelle e gemelli che muove in questo anniversario il mio fastidio alla dura umanità. Sprechiamo parole nelle piazze, siamo scontati quanto stolti, umani. Sventolii di bandiere a comprar diritti sulla pace… Non v’accorgete che la pace non ha colori, nemmeno i 7 che le volete, a forza, aggiudicare. Non ha proprietari, la pace è di tutti… o di nessuno.
E’ pace il pedone a cui non lascerai attraversar la strada domani, quando avrai posato la tua sgargiante bandiera? E’ pace quell’anziana e ignorata signora che a stento porta le borse della spesa? E’ pace vivere serenamente nella ricchezza “sconosciuta”, sapendo che miliardi di persone sopravvivono a stento ogni giorno? Se non sei pronto a spogliarti dei tuoi cari averi, come puoi pavoneggiarti di essere? Essere chi, cosa? In pace? Buon per te, che sei in pace con te stesso, che vivi in un angolo felice di questo stupido pianeta. E’ l’unica pace che potrai avere, la tua. Goditi la pace delle tue mura, spera di non aver mai bisogno di nessuno, perché il prossimo, bene che ti andrà, non si accorgerà del tuo bisogno. Terrorismo? Si, ho terrore anche io, ma non di ignoti attentatori, bensì di noti personaggi che senza alcuno scrupolo non perdono occasione per mettere il proprio egoismo dinnanzi a sacri principi. Vorrei chiederti, si a te, tu con quella bandiera a un sol colore, hai forse dimenticato “l’arcobaleno” nel cassetto? Come vivi nella tua coscienza questo voler mostrare, anche sopra la memoria dei tuoi «cari» fratelli umani, il tuo simbolo d’appartenenza? Hai forse dimenticato che le guerre, passate e presenti, sono sempre state alimentate dai simboli d’appartenenza? Abbandona il tuo simbolo, spogliati del tuo egoismo. Non ci sarà bisogno di andare in piazza a inneggiar la pace, ti basterà non negare mai più il tuo sorriso al prossimo, sull’autobus come sul pianerottolo del palazzo dove vivi. Posa la bandiera, ti serviranno entrambe le mani libere per costruire ogni giorno un piccolo pezzo della Pace di tutti.
Cos’è quella faccia? Pensavi forse di cavartela con uno sventolio all’anno? La Pace non nasce sulle piazze… va concepita.

Paolo Orlandini - 11-09-2005 (in memoria di TUTTE le guerre)


Tutti i diritti sono riservati : è vietato l'utilizzo dei testi per qualsiasi scopo.

| Info | Copy | Contatti | F.A.Q. | Statistiche | Motore di ricerca interno | Mappa | TOP100 | Directory |
dal 2004 Visibilmente.com powered by Paolo Orlandini - Tutti i diritti sono riservati - è vietata la riproduzione totale e parziale.