Violazione dei dati personali.

di Paolo Orlandini

La violazione dei dati personali costa una denuncia (querela) al padre di un sedicenne romano.


patrykweb - chiuso per violazione dei diritti sulla privacy


Aggiornamento del 04-11-2006: www.ptkweb.it, il webmaster ha deciso di riaprire.
Bene, che la vicenda possa servire alla presa di coscienza che la protezione dei dati personali Ŕ un principio irrinunciabile anche sul web. Auspico maggiore attenzione per chi maneggia quotidianamente dati personali.

Circola la notizia della chiusura di www.ptkweb.it.
Motivo?
Una querela per violazione dei dati personali. È lo stesso sedicenne, dal nick PTKTheBest, a darne notizia su forums e blogs. Galeotta fu una "svista" di PTKTheBest: la pubblicazione del numero di telefono di una ragazza di Ferrara su di una pagina web.
La curiosità, data in particolare dall'argomento -violazione privacy- mi ha spinto a cercare notizie di prima mano. Lo stesso Patryk, in un forum a lui amico, espone, tra una lacrima e l'altra, gli sviluppi della vicenda.
Purtroppo nulla si può leggere relativamente alla ragazza di Ferrara, manca quindi un riscontro a confronto di quanto già esposto da PTKTheBest.
Sarà il padre di PTKTheBest a rispondere "di fronte alla legge" per la denuncia (querela), infatti, essendo PTKTheBest minorenne, il sito è registrato come nome a dominio dal padre. La querela è stata iscritta a ignoti (www.ptkweb.it).
Potrebbe costare molto cara questa "svista" al padre di PTKTheBest, tuttavia il web piange la scomparsa di PTKTheBest, la chiusura dei blogs, del sito... non la violazione.
Questo è un fatto strano: non si sentono campane suonar per "la ragazza di Ferrara". Forse per la giovane età, gli ex-frequentatori del sito chiuso non si rendono conto di quali danni possa provocare la pubblicazione, anche quando -involontaria-, di dati personali. In un sol gesto sono stati spazzati via anni di hobby di PTKTheBest (blog, chat, forum, toolbar, msn, manuali...) , ma non solo!
La ragazza di Ferrara ha querelato per una buona ragione, oltre che in pieno diritto, al di là di qualsiasi fatto personale, a seguito di fatti concreti confessati anche dallo stesso Patryk:
«Oggi» - scrive Patryk - «è arrivata la denuncia, quella scritta... Ho scritto il numero di quella ragazza, di Ferrara, nello scambio contatti di www.ptkweb.it... Solo ora me ne sono accorto dopo che sono arrivati tutti i dati scritti...»

Patryk chiede scusa... e vorrei ben vedere. Qualcuno, però, intenderebbe far passare l'invidia come la vera motivazione della denuncia (querela). Questo non non mi piace, come credo non piacerà affatto alla "ragazza di Ferrara".

Ecco cosa scrive uno degli amici di PTK - Patryk -PTKTheBest
Dallo spaces di Fabiospecial:



« Ciao Ragazzi,
sono qui per parlarvi di un mio amico: Patryk.
O.o Che c'è non lo conoscete? Si lo conoscete voi lo conoscete come PtkTheBest.
Un ragazzo che iniziò a smanettare con internet un giorno si creò uno space e lo abbelli grazie ai manuali di piovra. Diventando sempre piu' esperto con gli msn space (ora live) iniziò anche lui a fare delle guide,le sue guide ebbero subito un successo enorme e in breve tempo lui aveva lo space piu visitato d'italia.
Grazie alle sue guide sono nati la metà dei blog italiani anche perchè ha i manuali migliori. Dopo il successo dello space ptk decide di aprirsi un sito anche questo ha avuto molto successo con programmi messenger etc.. Solo che un bel giorno dopo quasi un anno martedi 3/10/06 qualcuno decide vero o falso che sia che in quel sito c'era qualcosa che non andava scatta una denuncia per la violazione dei dati personali verso il proprietario del sito (il padre di Patryk poichè Patryk è minorenne) adesso vedete un pò come si ritrova un ragazzo che ha fatto tanto per tutti. Non c'è niente da fare tu fai del bene e ricevi il male. Adesso ptkweb è chiuso faro di tutto per farglielo riaprire questa denuncia è assurda! la mia opinione è che sia stato qualcuno invidioso e solo con una denuncia poteva fermare ptkweb, ma ti sbagli ti sbagli di grosso ptk tornerà e diventerà di nuovo quello che era con la sua passione: il web nessuno lo puo fermare le passioni contano piu di ogni altra cosa nella vita. E non dite il web non è la vita se uno al web ci si appassiona per lui il web puo essere anche la vita e bisogna rispettare le scelte. Tutto questo è assurdo assurdo essere denunciati solo per aver messo un contatto su un sito è assurdo ma purtoppo la legge italiana è cosi non ci possiamo fare niente. »



Certo quando si parla degli indirizzi e-mail o dei numeri di telefono altrui Ŕ sempre tutto assurdo. Chissà perchè ci sono schiere di programmatori che lavorano quotidianamente nell'intento di fermare lo spamming, -nascondendo- dalle pagine web dati personali che ogni istante sono in balia di migliaia di visitatori. Sarebbe stato molto più credibile il commento di questo amico, se avesse pubblicato subito in calce il proprio numero di telefono cellulare... ma non l'ha fatto... e credo che non l'abbia fatto per una sola ragione: proteggere la propria privacy.


Paolo Orlandini - 14-10-2006

Come sporgere querela in Italia:

La querela è prevista dagli articoli 336 e 340 del codice di procedura penale e riguarda i reati non perseguibili d’ufficio per i quali invece è prevista la denuncia.
Si tratta della dichiarazione con la quale la persona che ha subito il reato (oppure il suo legale rappresentante) esprime la volontà che si proceda per punire il presunto colpevole.
Anche se non sono previste regole particolari per il contenuto della querela, è necessario:
- che ci sia la descrizione del fatto-reato;
- che risulti chiara la manifestazione di volontà del querelante che si proceda in ordine al fatto e se ne punisca il presunto colpevole.

Riassumendo:

Chi può presentare querela?

La persona offesa o il suo avvocato

A chi occorre rivolgersi?

A un pubblico ministero o a un ufficiale di polizia giudiziaria.
Nell'ordinamento italiano, sono ufficiali di polizia giudiziaria, altrimenti definiti U.P.G., ai sensi dell'articolo 57 - 1° comma - del codice procedura penale:
• i dirigenti, i commissari, gli ispettori, i sovrintendenti e gli altri appartamenti alla Polizia di Stato ai quali l'ordinamento interno dell'amministrazione riconosce tale qualità;
• gli ufficiali, superiori e inferiori, e i sottufficiali dell'Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, della Polizia Penitenziaria, del Corpo Forestale dello Stato. Gli Ufficiali della Polizia Municipale e Provinciale.
• il sindaco dei comuni, dove non abbia sede un ufficio della Polizia di Stato, un comando dell'Arma dei Carabinieri o della Guardia di Finanza.
Vigili del Fuoco con la qualifica di Capo Reparto o Capo squadra sia del personale permanente che volontario.
• alcuni dipendenti A.R.P.A. che hanno il compito di svolgere attività di tutela e vigilanza ambientale limitatamente al territorio di competenza (regione) e ai soli reati in campo ambientale.

Quali sono i termini di prescrizione per la presentazione?

Entro 3 mesi dal giorno in cui si ha notizia del fatto che costituisce il reato.
Entro 6 mesi per reati contro la libertà sessuale (violenza sessuale o atti sessuali con minorenne)

Come presentare la querela?

- In forma orale, in questo caso il pubblico ufficiale scriverà un verbale;
- In forma scritta;
- può essere recapitata anche tramite un incaricato o spedita per posta con raccomandata. In questi casi la firma deve essere autenticata.
- In caso di flagranza di reato, per i reati che prevedono l'arresto obbligatorio o facoltativo, può essere rilasciata una dichiarazione orale a un agente di polizia giudiziaria presente sul posto.

Cosa deve contenere la querela?

- La descrizione del fatto, con eventuali notizie sul presunto autore e sulle prove a suo carico;
- La chiara manifestazione di volontà del querelante perché il colpevole sia punito;
- La sottoscrizione olografa del querelante o del suo avvocato

È possibile richiedere la ricevuta di presentazione di querela?

Si, possono richiederla il querelante o il suo avvocato.

È possibile ritirare la querela?

Si, in questo caso si parla di remissione. Il querelante o il suo avvocato possono ritirare la querela precedentemente proposta, dandone notizia in forma orale o scritta all'autorità o all'ufficiale di polizia giudiziaria. La remissione di querela può avvenire anche in forma tacita, quando accadono fatti palesemente contrari alla volontà di persistere nella querela.
La querela proposta per alcune ipotesi di violenza sessuale o atti sessuali con minorenni è irrevocabile.
ATTENZIONE: affinchè la querela possa essere archiviata, la remissione deve essere accettata dal querelato che, se innocente, potrebbe avere invece interesse a dimostrare, attraverso il processo, la sua completa estraneità al reato.



Menù Scritti:


Menù Artigianato:





Segnalato da:

» Vedi tutti siti «
I siti dove Visibilmente Ŕ segnalato:






| Info | Copy | Contatti | F.A.Q. | Statistiche | Motore di ricerca interno | Mappa | TOP100 | Directory |
dal 2004 Visibilmente.com powered by Paolo Orlandini - Tutti i diritti sono riservati - è vietata la riproduzione totale e parziale.